logo-mini

cosplayers

    "La parola COSPLAY è un’abbreviazione delle parole inglesi “costum” (costume) e “play” (recitare, interpretare). In pratica, è l’arte di interpretare gli atteggiamenti di un personaggio conosciuto indossandone il costume. Il fenomeno prende in considerazione per la maggior parte personaggi tratti dai manga o dagli anime, essendo nato in Giappone. In seguito si è esteso anche a personaggi di videogames, fumetti, cartoni animati, film, telefilm, libri, pubblicità, band musicali e giochi di ruolo." Dal sito cosplayitalia.it.

    Amo i fumetti da quando ho imparato a leggere, ancora adesso li colleziono. E mi piacciono i cosplayer. Mi piace la passione che li spinge, l'entusiasmo irrefrenabile che mostrano nell'interpretazione dei loro personaggi preferiti. Mi piace il loro essere trasversali, dal manga al cinema, dai fumetti ai videogiochi. Amo la loro capacità di mettersi in gioco, di volerci provare costruendo un'armatura meccanizzata in vetroresina o semplicemente dipingendo una scatola di cartone. Ho scattato questi ritratti per raccontare una miscela di passioni, mie e di questi ragazzi. Personali interpretazioni di vecchie e nuove icone su uno sfondo bianco, come se uscissero dalle pagine di un fumetto. E mi sono divertito moltissimo. Un ringraziamento particolare a Daniele Scerra, al team di Event Horizon school of digital art e a tutti i ragazzi che sono comparsi davanti all'obbiettivo.

    I love comics since I learned to read, even now I collect them. And I like the cosplayer. I like the passion that drives them, the irrepressible enthusiasm showing in the interpretation of their favorite characters. I like their being cross, from manga to the movies, comics and video games. I love the ability to get involved, to take to try building an armor mechanized fiberglass or simply by painting a cardboard box. I took these pictures to tell a mixture of passions, mine and those guys. Personal interpretations of old and new icons on a white background, as if they were coming from the pages of a comic book. And I enjoyed it very much. Special thanks to Daniel Scerra, the team of Event Horizon school of digital art and all the guys that have appeared before the camera.